CORONAVIRUS, Morti due dipendenti delle poste a Bergamo

Spread the love

Altro caso di Coronavirus registrato nel Nord Italia.

Due lavoratori di “Poste Italiane” sono morti in provincia di Bergamo dopo essere stati contagiati dal virus Covid-19.

A rendere nota la notizia è stata Marisa Adobati, segretaria della Sic-Cgil di Bergamo. I due impiegati avevano lavorato, fino a pochi giorni fa, all’interno degli uffici, nonostante la stessa Cgil avesse chiesto a gran voce, da svariati giorni, la chiusura immediata delle Poste Italiane.

“L’inutilità di esporre al contagio i lavoratori di Poste Italiane della bergamasca, ed ovviamente non solo del nostro territorio, e ci viene ripetuto in maniera assillante che Poste deve garantire i servizi essenziali”. Queste le parole che erano state rilasciate solo pochi giorni prima di questo tragico evento.

Dopo la morte dei due lavoratori la voce della SIc-Cgil diviene ancora più forte: “Ora basta; è ora di chiudere gli uffici postali” ribadendo come per molti cittadini “andare alle poste” sia diventata quasi una scusa per una passeggiata.

Bergamo continua a dover fare i conti con le proprie vittime, divenute quasi 400 in meno di 10 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.