Inadeguate le mascherine della protezione civile, si allarga la protesta in tutto il Paese

Spread the love

Continuano ad essere incredibilmente inadeguate le mascherine in dotazione alla Protezione Civile Nazionale.  Ulteriore denuncia arriva dall’assessore alla Sanità della regione Sardegna Mario Nieddu, che parla addirittura di “panni swiffer”. Al di là della consistenza dei dispositivi c’è anche il dato allarmante che sono finite le scorte.

“Dalla protezione civile nazionale ci arrivano solo dispositivi di protezione personale praticamente inutili, che sembrano dei panni swiffer“. É la dura presa di posizione dell’assessore sardo che poi rincara la dose: “ora ci mandano 20.000 di questi dispositivi che non garantiscono la sicurezza degli operatori sanitari”. Queste affermazioni dell’amministrazione regionale sarda ricordano quella già avanzata dalla Lombardia con l’assessore Gallera che aveva definito le mascherine fornite da Roma “fatte con la carta igienica”. La situazione sul fronte prevenzione personale e strumenti indossabili dal personale medico e paramedico resta esplosiva in tutto il Paese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.