SERIE A, Domani Assemblea di Lega. Rinvio o cancellazione?

Spread the love

Non sono stati, e non saranno, giorni facili per gli organi competenti che gestiscono il mondo del pallone.

Dopo la decisione, presa dalla UEFA, di rinviare Euro2020 e Nations League, adesso tocca alle leghe nazionali decidere il da farsi.

Domani la Lega Calcio si riunirà con tutti i presidenti delle 20 squadre di Serie A, in call conference, per fare il punto della situazione.

Ancora una volta la discussione verterà sulla possibilità, o meno, di reinventare un nuovo calendario e di concludere la stagione 2019/2020 con date assolutamente atipiche, oppure decidere di cancellare tutto.

Questa, però, non sarà l’unica decisione che potrebbe arrivare nella giornata di domani; molto importanti saranno le novità riguardanti Coppa Italia, stipendi e preparazione.

Per quanto riguarda il futuro della “nostra” Coppa, al momento, non sembra essere tra le priorità della Federazione e della Lega; l’ipotesi più accreditata sembrerebbe quella di riprendere la competizione ad agosto.

Una decisione comprensibile dal punto di vista del calendario, ma difficile se consideriamo il mese di Agosto, come mese di preparazione atletica, calciomercato e contratti scaduti che rivoluzionerebbero l’andamento della competizione.

Si discuterà anche del taglio stipendi dei calciatori che, in queste settimane di inattività, potrebbero dover rinunciare a parte del loro stipendio con le società che considererebbero questo momento come “inattività lavorativa” e, con quei soldi, troverebbero un minimo di introiti che frenerebbero le perdite attuali.

Il punto focale sarà, ovviamente, il destino della Serie A.

La cancellazione non è un elemento gradito dalla Lega, ma le quotazioni di questa possibilità iniziano a salire.

Con la fine della stagione 19/20 ci sarebbe il congelamento della classifica che quindi sancirebbe retrocesse e qualificate in Europa. Discorso diverso per l’assegnazione, o meno, dello scudetto che, attualmente, appare una questione secondaria.

I presidenti Lotito e De Laurentiis sono contro la decisione della cancellazione e, negli ultimi giorni, è scattata anche qualche polemica e frecciatina sui presunti “interessi personali” di far continuare il campionato anche in situazioni critiche di cui è incolpato, soprattutto, il presidente della Lazio.

Ad ogni modo, anche la Lega è contro la cancellazione e vorrebbe continuare il campionato anche il mese di Luglio.

Nel caso il campionato vada avanti fino all’estate resterà però ancora la decisione riguardo la scadenza dei contratti e l’effettiva valenza del calciomercato.

Il grande caos a livello gestionale per la Lega; con la speranza che domani si possa fare più chiarezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.