Coronavirus, Pisani (Noi Consumatori): “Stop protesti assegni post-datati, serve sanatoria, a rischi artigiani e commercianti Sud”

Spread the love

“Il presidente della Regione Sicilia ha ragione: serve subito un emendamento al decreto Cura Italia per sospendere, almeno fino a fine anno, tutti i provvedimenti di protesto per eventuali assegni scoperti, soprattutto a carico di commercianti o artigiani”. Lo afferma il presidente di noiconsumatori.it, Angelo Pisani, per il quale “Musumeci sa bene che la pratica degli assegni post-datati non è consentita ma sa anche che è diffusissima in tutto il Paese, soprattutto al Sud, e che se un commerciante o un artigiano non può uscire di casa e non  può lavorare, non potrà neppure  recarsi in banca a coprire eventuali assegni anticipati ai fornitori a garanzia di un pagamento che avrebbe onorato con proprio lavoro”.  “A Napoli,  – avverte Pisani – ci sono intere realtà commerciali o artigiane come quelle di Scampia o piazza Mercato, che qualora non si procedesse ad una ‘sanatoria’ temporanea rischierebbero di crollare definitivamente”. “Di più  – conclude Pisani – un blocco di questo tipo sulla filiera dei pagamenti delle partite Iva interromperebbe definitivamente quella catena distributiva, a partire da quella alimentare, grazie alla quale e in qualche modo riusciamo a sopravvivere in piena emergenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.