Coronavirus, Lonardo (FI): si stipuli un patto di solidarietà

Spread the love

ROMA – “È un momento eccezionale quello che sta vivendo il nostro Paese, nessuno avrebbe neanche mai immaginato una cosa di questo genere. Ci troviamo nel pieno di un’emergenza. Sembra di essere in un film di fantascienza. Le difficoltà sono tante ed enormi sono quelle che ci troveremo a dover affrontare all’indomani della crisi e che già si toccano con mano… Non so, purtroppo, quanta gente riuscirà davvero a rialzare la saracinesca e a riaprire la propria attività. Ed, intanto, la gente non ce la fa, le partite Iva sono a casa, non si fa cassa, e quando non c’è cassa c’è povertà per tutti: per le famiglie e per lo Stato. Ecco perché mi sento di fare un appello per chiedere che si stipuli un vero e proprio patto di solidarietà. Tenuto conto, infatti, che la ricchezza del Paese è detenuta dal 20% degli italiani, è a loro che mi rivolgo affinché, attraverso una sorta di pace fiscale, un concordato, possano versare una quota in due anni, che vada dai 25/30mila euro, a scalare fino a 10/15 milioni di euro per le grandi aziende. Tutti devono contribuire, ognuno secondo le proprie possibilità economiche, per tener in vita un sistema economico che, altrimenti, rischia la bancarotta, trascinandosi dietro anche effetti sociali devastanti per la stessa democrazia”. Lo dichiara la Sen. di Forza Italia, Sandra Lonardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.