Emergenza Coronavirus: M5S Napoli, chiediamo una solidarietà vera ed efficace non la solita propaganda

Spread the love

Napoli – Chiediamo una solidarietà vera ed efficace non la solita propaganda. Tutto bello, ma nulla funziona e i soliti furbi potrebbero approfittarsene a scapito dei bisognosi.
Il Governo, sabato sera, ha annunciato la creazione di un fondo di solidarietà comunale di 400 milioni di euro, per supportare i comuni interessati dall’emergenza epidemiologica da virus Covid 19. Domenica la Protezione civile ha immediatamente stanziato i fondi per tutti i comuni e lunedì ha pagato la somma di 7 milioni e 600 mila che spetta al Comune di Napoli.
Il Comune di Napoli ha adottato una delibera lunedì sera ed il Sindaco, ha dichiarato di aver stanziato un milione di euro, prelevato dal fondo di riserva. Ma ad oggi questo milione non esiste. Nulla è stato effettivamente disposto per rendere disponibile il milione di euro, nessuna delibera a riguardo.
Abbiamo notizia del deposito degli alimenti, donati da vari enti, presso la Mostra d’Oltremare, che servirà da centro di smistamento alle associazioni, ma intanto vediamo esponenti politici che si improvvisano a consegnare personalmente questi pacchi, col cellulare a certificare le consegne (a futura memoria elettorale?).
Ma gli aiuti vengono dal GOVERNO o da ENTI, non dai consiglieri.
Non si comprende perché non sono stati coinvolti i Servizi Sociali comunali (come previsto dalle disposizioni governative) che devono individuare la platea dei beneficiari, con priorità a chi non è già assegnatario di sostegno pubblico, per garantire la massima tracciabilità e trasparenza. Invece i Servizi Sociali sono relegati esclusivamente alla stipula delle convenzioni con gli esercizi preposti alla vendita di generi di prima necessità, come se il welfare non fosse mai stato gestito dal comune.
Il Sindaco e gli Assessori promettono di distribuire alimenti a 30.000 famiglie bisognose di un aiuto materiale, ma dimenticano di fare la cosa più importante, DISTRIBUIRE GLI AIUTI AI BISOGNOSI.
Mentre il Governo ha fatto la sua parte il Comune che sta facendo? non ha ancora istituito un numero verde gratuito e non ha pubblicato ancora il modulo in autocertificazione per poter chiedere il buono spesa per generi alimentari e di prima necessità. E la gente non sa come fare per ottenere gli aiuti.
A chi sono stati consegnati i generi alimentari depositati nella Mostra d’Oltremare? Nel frattempo si moltiplicano gli appelli per chiedere le donazioni ai cittadini facoltosi. Tante altre città sono già partite, mentre a Napoli, forse, si partirà lunedì con le domande.
I portavoce comunali e municipali
del Movimento 5 Stelle Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.