Ronghi(FdI): emergenza coronavirus, Piano De Luca tra pesi e misure, a quando i “pesi”?

Spread the love

Napoli – “Con grande enfasi, De Luca ha presentato il Piano di 604.730.502 euro  per far fronte all’emergenza coronavirus. Discrete le misure ma vorremmo vedere i “pesi”. È quanto afferma Salvatore Ronghi di Fratelli d’Italia.

“Intanto è sicuramente giusta  la misura a sostegno dei lavoratori stagionali del settore alberghiero – continua Ronghi – ma perché non estenderla  anche ai lavoratori stagionali dell’aeroporto di Capodichino  e a quelli che vengono, di norma, utilizzati nel trasporto delle persone? Le misere pensioni di invalidità saranno equiparate alle pensioni sociali ed incrementate a mille euro? E’ giusto il contributo di 2000 euro alle piccole aziende che non superano i due milioni di fatturato, ma va concesso  a tutte le aziende e allora gli ottanta milioni non bastano. Per le altre misure, condivisibili,  possiamo sapere le risorse da dove arrivano o meglio dove si è tagliato?”.

“Inoltre – continua Ronghi –  da sabato sto cercando sul suo sito internet della Giunta il provvedimento adottato, ma non vi è traccia. Rileggendo il bilancio regionale approvato a dicembre scorso, appare che le fonti finanziarie per le misure messe in campo non ci sono. Allora, se sono soldi già destinati ai Comuni , se si è pensato ad una variazione di bilancio, essa andrebbe approvata prima oppure De Luca, imitando De Magistris,  pensa di coniare i  “tari’ d’oro” attraverso la zecca di Salerno come da antica dominazione longobarda?!”.

“Infine -conclude l’esponente del partito di Giorgia Meloni – vorrei che il presidente della Regione spiegasse perché in tutta Italia le pizzerie per asporto sono aperte e, invece, solo in Campania, la patria della pizza, devono restare chiuse mentre si consente la consegna a domicilio delle spese alimentari e finanche alla grande multinazionale Amazon”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.