Regione Campania, 155 borse di studio per i familiari delle vittime di violenza

Spread the love

Napoli – Con il Fondo Regionale delle legge per il sostegno scolastico e formativo a favore delle “vittime innocenti di camorra, dei reati intenzionali violenti e dei loro familiari”, proposta dai consiglieri Antonio Marciano, Francesco Moxedano e Carmine De Pascale, sono state assegnate 155 borse di studio.
La Regione Campania, con questa legge che raccoglie la straordinaria esperienza di solidarietà giustizia promossa dalla Fondazione Polis e dal Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità, contribuisce a garantire, attraverso apposite borse di studio, l’opportunità di proseguire il percorso scolastico e formativo a quei familiari di vittime che non ricevevano alcun sostegno dallo Stato.
Nel corso dell’istruttoria svolta dalla Fondazione Polis sono state raccolte 155 domande, tutte ritenute accoglibili, così differenziate per importo e tipologia di studio:
• 51 contributi da 1000 euro per gli iscritti alla scuola dell’infanzia e primaria (totale 51.000,00 euro);
• 16 contributi da 1500 euro per gli iscritti alla scuola secondaria di primo grado (totale 24.000,00 euro);
• 39 contributi da 2000 euro per gli iscritti alla scuola secondaria di secondo grado (totale 78.000,00 euro);
• 31 contributi da 2500 euro per gli iscritti all’università (totale 77.500,00 euro);
• 18 contributi da 1500 euro per gli iscritti ai corsi di formazione (totale 27.000,00 euro).
Il totale degli importi ammonta a 257.500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.