MOTOGP, Ancora Quartararo! Trionfo del francese davanti a Vinales e Rossi

Trionfo Yamaha durante il secondo weekend di MotoGp. Il francese Fabio Quartararo, del team Yamaha Petronas, bissa il successo di settimana scorsa ad Jerez De La Frontera.

Il secondo gran premio in terra spagnola, denominato GP di Andalusia, ha riconfermato “El Diablo” come avversario da battere durante questa stagione e ha rimarcato la volontà del giovane 21enne, di voler contrastare l’egemonia dettata da Marc Marquez durante gli ultimi anni.

Lo stesso campione del mondo della Honda era stato sfortunato protagonista, nello scorso weekend di gara, di un terribile incidente. Marquez, nonostante l’evidente possibilità del forfait, ha voluto fortemente provare a partecipare alla gara ma si è arreso dopo aver “testato” le proprie condizioni durante le ultime libere.

Senza Marquez, il GP di Andalusia diventa palcoscenico dell’egemonia delle motorizzate Yamaha che, con caparbietà e fortuna, monopolizzano il podio.

La gara di Quartararo è stata eccellente. Il pilota francese, scattato dalla pole position, ha dominato la gara mantenendo la prima posizione dal primo all’ultimo giro, senza sbavature e riuscendo a siglare tempi mostruosi se comparati a quelli della concorrenza.

Se il primo posto è sembrato già scritto fin dalle prime curve, lo stesso non si può dire per il secondo e il terzo. La sfortuna colpisce un ottimo “Pecco” Bagnaia che, mentre era in seconda posizione, vede il motore della sua Ducati fumare costringendolo al ritiro, mentre le Yamaha di Vinales e Rossi ne hanno approfittato per prendersi il podio.

La gara del “Dottore” è sopraffina. Valentino guida in maniera ordinata e intelligente cercando di tenere dietro il proprio compagno di squadra che lo beffa a due giri dalla fine a causa dell’elevata usura delle gomme dell’italiano.

Vinales prende la seconda posizione e Rossi si accontenta della terza e del ritorno, assolutamente meritato, su un gradino del podio.

Non bene la Ducati. 3 moto su 4 si ritirano ed il solo Dovizioso è costretto a reggere nuovamente la baracca con una sesta posizione.

La casa motorizzata giapponese festeggia una “tripletta” molto significativa e Quartararo allunga in classifica in attesa del ritorno di Marquez; mentre il “vecchio” Rossi dimostra di poter ancora dire la sua in gare che mettono la sua Yamaha nella giusta condizione per esprimere la sua classe.

“El Diablo” e “il Dottore”; il giovane ed il vecchio; il futuro, il passato e anche il presente, di una Yamaha che, per un Gran Premio, è tornata grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: