F1, Qualifiche amare per la Ferrari a Monza

Un altro sabato da dimenticare per la Scuderia Ferrari.

Le qualifiche del Gran Premio italiano di Monza, il primo di tre appuntamenti che si terranno nel nostro paese, confermano le gravissime difficoltà aerodinamiche e motoristiche delle due Rosse che chiudono le qualifiche con due terribili risultati.

Sebastian Vettel subisce un’eliminazione in Q1 e domani partirà dalla 17ma casella. Il tedesco, nella prima occasione, non è riuscito ad inanellare buoni tempi nei tre settori di Monza, complice anche il suo “ruolo” di traino di Leclerc per dargli possibilità di scia, nel secondo, invece, è rimasto imbottigliato nel traffico creato dalle altre vetture.

Il “Tempio della Velocità” di Monza è una pista di sola aerodinamica e, come l’anno scorso, è cruciale riuscire a sfruttare la velocità delle macchine davanti per recuperare velocità. In questa occasione, però, i piloti sono rimasti troppo vicini creando una “mini gara” che non ha fatto altro che peggiorare il tempo di tutti e sancire l’uscita di Seb.

Charles Leclerc si ferma, invece, al Q2. Il monegasco nel team radio di fine qualifica spiega come meglio di così non si poteva fare e deve accontentarsi della 13ma piazza.

Mostruose le due Mercedes. Hamilton si prende la pole position per soli 69 millesimi nei confronti di Valterri Bottas e registra il miglior giro della storia di Monza, nonchè il più veloce (in termini di km/h) della Formula 1.

Straordinario Sainz che piazza la sua McLaren al terzo posto e magari si fa venire qualche rimpianto per aver legato il suo prossimo futuro ad una Ferrari che dista ben 10 posizioni dietro rispetto a lui. Perez in Racing Point prende il quarto posto negando la seconda fila a Verstappen (5o).

Tra le prime due ed il terzo ci sono, addirittura, 8 decimi, attestando l’enorme forza delle Mercedes e la possibilità di un altro weekend in cui le lotte per la posizione, inizieranno dalla terza in poi. 93ma pole per Hamilton, 119ma per Mercedes; mentre, a casa nostra, la Ferrari continua il suo viaggio nell’oblio. Lo scorso anno Leclerc fece pole position in 1.19.3… quest’anno il miglior risultato è tredicesimo posto in 1.20.2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: