Riflessioni del Commendatore Mastellone !

Riflessioni del Commendatore Mastellone !

Fonte Gigione Maresca 
Riportiamo un interessante scritto, con un appello ai Sindaci della penisola sorrentina, pubblicato anche su Facebook dal Commendatore Gaetano Mastellone. Un invito a fare sistema con diversi cantieri progettuali, per contrastare la crisi economica in questo tempo di contagi Covid in forte ripresa. In penisola molto sentito il problema emergenza Covid-19 ed è doveroso una analisi attenta circa la situazione di grave pericolo e l’onda dei contagi in crescita sul nostro territorio.
Il commendatore da manager e da buon padre di famiglia ha elaborato un interessante intervento, per stimolare il confronto tra pubblico e privati. Invitare non solo i sindaci ad affrontare in sinergia i problemi del territorio circa il turismo, il commercio e i settori più a cuore all’imprenditoria sorrentina  ma anche avere un indirizzo comune in materia sanitaria.
Ricercare soluzioni per muovere e stimolare con interventi mirati e drastici l’economia territoriale.
Un piano straordinario partendo dal turismo.
MESSAGGIO SOCIAL APERTO AI SINDACI
UN SUGGERIMENTO AI COMUNI DELLA PENISOLA SORRENTINA
L’emergenza Covid-19 non è affatto terminata e da report sanitari autorevoli e indipendenti si prevede la Terza Ondata. Una nuova ondata cosa significa? Oramai lo sappiamo tutti! Sacrifici per le sicure ulteriori decisioni di chiusura. Bisogna far sì che pandemia & economia viaggino insieme.
Allora non possiamo più stare ad aspettare che … Ha da passà ‘a nuttata.
I vari Comuni non possono più, a mio parere, stare immobili ad aspettare.
Aspettare cosa? I pur valenti Sindaci, Assessori e Consiglieri hanno una mole di lavoro enorme da seguire. Pur essendo valenti e impegnati hanno necessità di aiuto in questo momento straordinario e cruciale.
Non si può stare più solo ad aspettare che la Regione o il Governo attuino le solite provvidenze e le regole.
Le regole che verranno, statene ben certi, saranno solo regole restrittive.
Noi abbiamo bisogno invece di guardare avanti, anticipare i tempi. Sino ad ora che scrivo nulla di nuovo ho visto in termini di “Straordinaria Programmazione”.
Bisogna allora iniziare a fare un Piano Straordinario.
Ad esempio istituire “squadre progettuali” per fronteggiare tutti i vari aspetti dell’emergenza. Pianificazione – Progettazione – Decisione.
Istituire immediatamente anche una “squadra di risposta alle emergenze” o un “grande comitato di gestione delle emergenze”, al fine di fissare guidelines strategiche che consentano alla Classe Politica (potere decisionale) di prendere decisioni nella maniera più rapida possibile.
Insomma una sorta di collaborazione “Per il Paese” fra Pubblico & Privato.
Nella scelta dei membri, la Politica dovrebbe iniziare a cambiare il modus operandi e scegliere come componenti delle varie “squadre” – valutando le reali capacità – un Gruppo di professionisti locali adeguati alle caratteristiche del proprio business e che possano adoperarsi per le varie Comunità.
I campi di intervento? Vari. Tipo “Turismo” – “Commercio” – “Infrastrutture” – “Viabilità” – “Trasporti” – “Cittadinanza” – “Innovazione tecnologica” – “Green” etc.
Come funzionerebbe la macchina organizzativa?
– Ho una soluzione progettuale che sarebbe troppo lunga per descriverla sinteticamente in un Post pubblico. Si può fare! E la classe Politica ne avrebbe un grande vantaggio decisionale – programmatico e grande vantaggio poi lo si darebbe alla popolazione che poi è quello che conta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: