Adesso DeLa che farà visto che in Superlega non andrà?

E ora DeLa che farà quando in Superlega non andrà.  Questo è la domanda che la gran parte di tifosi del Napoli in queste ore frenetiche si stanno facendo. Il patron azzurro è stato da sempre un fautore della Superlega fin dal 2005 quando già parlava di un mega campionato europeo per soli club importanti. La sua intenzione non era, caratteristica di tutta la sua gestione, quella di vincere un super trofeo. La sua vera intenzione era, ed è ancora quella di arraffare sempre di più e vedere il bilancio azzurro e suo sempre al verde e mai al rosso. Pensando questo il patron azzurro, da vero imprenditore, e su questo non ci piove, si era alleato all’rivale di tutti i napoletani, quell’Agnelli, non degno neanche di essere il nipote di suo zio Gianni, e fondò insieme con lui l’ECA che doveva essere una miniera per i presidenti della Champions League. Doveva essere ma l’avvento della pandemia ha stravolto la situazione economica anche del calcio. Gli stadi, a giusta ragione, sono stati chiusi per motivi sanitari al pubblico. La quota che derivava dagli spettatori è andata persa e Agnelli, il traditore, ha pensato di tramare contro la Uefa e peggio di giuda ha tradito non solo tutti i presidenti della UEFA ma ha tradito anche l’amico-nemico Aurelio non invitandolo a partecipare alla Superlega. DeLa è finito come si dice a Napoli, “Con una mano indietro ed una avanti, sedotto e abbandonato e adesso preso dalla furia ha iniziato, solo adesso, ad inveire contro Agnelli e soci. Adesso il tifoso napoletano si pone la domanda da un milione di dollari. Visto che DeLa ha sempre parlato di Superlega ora che farà, dal Napoli se ne andrà o rimarrà. Lascerà o raddoppierà? L’auspicio del tifoso medio e che rimanga. Nell’ ipotesi, non cattiva, si spera che DeLa lasci la squadra senza debiti, e anche su questo non ci piove, ed in mani sicuri. Magari arrivasse uno sceicco serio come il padrone del Psg che a differenza del cugino ha rifiutato un’altra barca di soldi dimostrando al mondo intero che nella vita il dio denaro nella vita conta il giusto e per lui non conta niente. Dela dalle ultime notizie che arrivano spera ancora nella Superlega ma non per offrire il bel calcio, ma per soddisfare la sua avidità di denaro che è la stessa di quella dell’agnellino bugiardo come pinocchio e avaro come e forse di più di quello di Molierè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: