L’Italia merita gli spareggi ! Menomale che non c’è Ventura ma Mancio …!

Spread the love

Dal 2017 al 2021 qualcosa è cambiato, vittoria degli Europei, record di punti fatti, ma l’assenza di Ventura soprattutto ma la sostanza è rimasta. La nazionale di Mancini buca il primo traguardo del 2021-22, Non si qualifica ai mondiali. Va agli spareggi che sembrano un vero e proprio labirinto di Dedalo tanto complicato è il tabellone, complicato perché le squadre che non si sono qualificate sono blasonate Portogallo Russia e Scozia, Polonia , Austria Galles e Macedonia. Unica nota lieta in una notte scura è che la nazionale italiana sarà teste di serie. Ma ciò non vale se non hai idee, sei lenta, confusa e non hai un centravanti che la butta dentro. La puoi perdere contro una squadra di livello inferiore. Stasera l’Italia è apparsa senza anima, senza nerbo e con un centrocampo più lento della moviola. La nazionale azzurra è sembrata quella nevrastenica e schizofrenica di Ventura ed ora aveva anche Insigne, Lo stesso fuoriclasse napoletano è apparso abulico e con la testa altrove. La squadra italiana ha meritato gli spareggi. I difetti sono tanti e la fortuna e quell’aria magica hanno in estate mascherato i difetti, grandi ed evidenti degli azzurri. La cronaca vede gli azzurri cercare di prendere il predominio del gioco Ma è solo apparenza perché il gioco si sviluppa in orizzontale da sinistra verso destra. A sinistra non c’è la spinta di Spinazzola che permetteva ad Insigne di accentrarsi e dialogare con i compagni o puntare a rete. Emerson sembra svolgere un insufficiente compitino. Mai fino al 85’ si spinge in attacco per offrire la superiorità numerica a Chiesa o ad Insigne che si alternavano sulla fascia. Nel primo tempo l’Italia produce un calcio sterile, compassato, prevedibile Il solo Di Lorenzo da il suo contributo alla causa Il tiro cross al 8’ favorito da un assist d’ Insigne colpisce la traversa  Bisogna aspettare il 32’ quando Insigne per Chiesa che tiro forte al 32′ ed è parata. Ancora Italia. Insigne sciupa un goal fatto quando Beraldi gli offre un pallone d’ oro al 35′, Si va negli spogliatoi con la consapevolezza che non sarà una serata azzurra ma nera più nera della mezzanotte. La ripresa dovrebbe vedere un centravanti al posto di un centrocampista, Tonali, ma Mancini erroneamente sostituisce il giovane centrocampista con Cristante, inutile cambio. La squadra italiana non ne azzecca una Va in confusione. Rischia grosso quando Donnarumna respinge su  Saville  al 50′ L’Italia risponde al 62″ quando Insigne passa a Chiesa il cui tiro va fuori. L’unico momento di lucidità di Mancini è quando sostituisce Barella con Belotti Posiziona Insigne dietro a Belotti con Chiesa e Berardi sulle fasce . Qui Lorenzo offre un pallone a Di Lorenzo il cui colpo di testa viene deviato l’angolo.  Washington mette in difficoltà gli azzurri, tiro cross rasoterra deviato in angolo. Azione di contropiede per un pallone perso da Di Lorenzo il pallone viaggia sulle corsie esterne arriva a Dallas il cui diagonale va fuori. Ancora Irlanda, Donnarumma esce senza senso e Washington  lo supera tira ma Bonucci salva, si fa per dire il risultato. Finisce qui la sfida che vede gli azzurri andare ai play off mondiali con la speranza che si vincono. Unica nota lieta è che Ventura non c’è ma Mancini non è da meno .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.