Il Roma :” Domenica di Palme di sangue a Torre del Greco !”

Spread the love

Una giornata domenicale come le altre anzi più speciale delle altre , perchè domenica di pace e delle palme , si trasforma nella città civile  e piena di valori come Torre del Greco in una città insanguinata e drammatica . A riportare la notizia è l’edizione odierna del Roma 

Domenica delle Palme di sangue in località Leopardi. Una lite per uno sguardo di troppo e spuntano i coltelli: due giovani di 19 anni finiscono a terra coperti di ferite. Uno di loro, Giovanni Guarino, muore per un fendente al cuore: 7 le coltellate che ha ricevuto. I suoi carnefici hanno 15 anni, sono di Torre Annunziata, ritenuti vicini ad ambienti della criminalità oplontina, già in passato segnalati per le loro condotte violente. Nunzio Abbruzzese, amico della vittima è in gravi condizioni, con ferito in tutto il corpo. I “ragazzini” di Torre Annunziata hanno fatto una macelleria. L’orrore si impossessa della folla di giovani e famiglie che si trovavano all’interno del Luna Park dove è avvenuta la lite. I due 15enni sono stati immediatamente individuati e fermati dalla polizia del commissariato locale. Di loro si occuperà ora il Tribunale dei Minori di Napoli. Sgomento e compassione per i genitori delle vittime da tutta la città. “Povero Giovanni. Era educatissimo, bravissimo. Non si può morire per colpa di qualche ragazzo montato di testa”. Parole misurate ma che fanno trapelare quanta paura serpeggia tra la gente a causa della violenza che ormai impera nei rapporti tra i giovanissim. Per questo, ai messaggi alla famiglia si aggiungono anche appelli affinché le strade tornino più sicure: «Io e mio marito – scrive una donna – passavamo di lì durante quell’orribile macello. Non si capiva nulla, caos totale, ragazzette di 12/13 anni che andavano da un marciapiede all’altro. Abbiamo capito subito che era successo qualcosa di brutto e ce ne siamo andati in fretta. Non è più come una volta, hai paura di mandare i tuoi figli a trascorrere qualche ora con gli amici”. Anche i parenti lasciano traccia del loro dolore su Facebook: “È mio cugino – si legge in un messaggio – Un bravissimo ragazzo”. Ma la violenza si scatena anche all’ospedale dove si sono vissuti momenti di tensione quando i familiari vengono a sapere della morte del ragazzo. È accaduto all’ospedale Maresca di Torre del Greco, quando sono arrivati Giovanni Guarino e l’amico di 19 anni accoltellati durante la rissa al quartiere Leopardi. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine – che comunque per questo episodio non hanno per il momento proceduto ad alcuna denuncia – al pronto soccorso del nosocomio, dove erano stati trasportati con mezzi privati i ragazzi, sono arrivati parenti e amici dei due, che in preda alla disperazione hanno scatenato la propria rabbia dando calci e pugni a porte e pareti in cartongesso all’interno del presidio di via Montedoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.