Le pagelle di Spezia-Napoli. L’ultima di Ghoulam ma non solo. Nessuno sotto la sufficienza

Spread the love

Il Napoli passa al picco.

Quarta vittoria consecutiva per gli azzurri che chiudono in bellezza la stagione. Settantanove punti, come al primo anno di Ancelotti, miglior difesa del torneo, non accadeva dal 1971. Numeri positivi a dispetto della depressione generale dell’ambiente.

Le Pagelle

Meret 6 – In quella che potrebbe esser stata l’ultima gara tra i pali del Napoli, il friulano vive un pomeriggio di assoluta tranquillità. Gioca più palloni con i piedi che con le mani. (Dall’80’ Marfella 6 – Entra e gli tocca intervenire subito. Questa partita, non la dimenticherà mai, esordire in serie A non capita a tutti).

Zanoli 6,5 – Poco lavoro nel primo tempo dove è impegnato davvero poco. Nella ripresa alza il suo baricentro e si vede in fase di spinta.

Koulibaly 6 – gara di “riposo”. Lo Spezia davanti è davvero poca cosa. Manaj e soci gli fanno il solletico. Ha il merito di iniziare l’azione della prima rete.

Juan Jesus 6 – Come per il compagno, giornata sostanzialmente di riposo. Giusto qualche sbavatura nel primo tempo.

Ghoulam 6,5 – Ultima per Faouzi. Uomo eccezionale e “terzino” fenomenale fino a quel terribile Napoli-City. Oggi, a sprazzi, ha mostrato cenni del Ghoulam che fu. Buona fortuna ragazzo per tutto, carriera, vita e famiglia.

Demme 6,5 – Moto perpetuo. Corre sempre e comunque, si concede il lusso di una rete di pregevole fattura. (Dall’80’ Anguissa sv).

Lobotka 6,5 – Mai una giocata banale, sempre libero per i compagni e preciso nel passaggio. Siamo sicuri che serva Pjanic?

Politano 7 – Il goal che apre la agra è di pregevole fattura. Quaranta metri palla al piede e destro imprendibile. Anche sul suo futuro non c’è certezza, questa di oggi, potrebbe anche esser stata l’ultima rete con la maglia del Napoli. (Dal 68’ Insigne sv).

Zielinski 6,5 – Dopo mesi di torpore, Piotr, si risveglia nell’ultima gara. Una rete e tante giocate di livello. (Dal 68’ Mertens sv).

Elmas 6,5 – Tanto movimento, tanta corsa. Gli è mancata soltanto la gioia personale e vista la prestazione, l’avrebbe anche meritata.

Petagna 6,5 – Gara vissuta a servizio dei compagni, con tanto di assist al bacio per Demme. (Dal 68’ Osimhen sv)

Spalletti 7 – Il Napoli chiude con 4 vittoria consecutive, tanti goal fatti e pochi subite. La sua difesa è stata la migliore del campionato (31 reti subite) non accadeva dal 1971. La fisionomia della rosa cambierà ed anche parecchio, speriamo non cambi l’equilibrio trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.