Onore al Milan, ma il Napoli ha gettato alle ortiche lo scudetto

napoli

foto antimo piccirillo

Spread the love

Onore al Milan: ha strameritato lo scudetto. Non avesse vinto il titolo sarebbe stato uno scandalo: i 3 punti scippati dall’arbitro con lo Spezia gridano ancora vendetta. Gli errori arbitrali fanno parte del gioco. In maniera malsano se vogliamo fa parte del gioco anche la sudditanza psicologica. Ma quanto combinato da Serra contro gli spezzini è fuori da ogni logica.

Il Milan ha vinto con pieno merito senza avere la squadra più forte. Migliore dei rossoneri era l’Inter, che ha pagato lo scotto di un allenatore che a certi livelli ha dimostrato di non essere all’altezza. Magari non lo è ancora. Ma lo scudetto lo ha perso Inzaghi in una partita, il derby di ritorno. L’Inter era in vantaggio e lui ha pensato bene di togliere i giocatori migliori. Pensava di aver chiuso il conto, e di farli rifiatare. Stesso errore che aveva commesso contro il Napoli, sempre al Meazza, nella partita di andata. Era in vantaggio 3-1 e pensò di far rifiatare i giocatori più importanti. Gli disse bene solo perché prima Mertens poi MArio Rui nel finale sbagliarono gol che sembravano fatti.

Superiore al Milan come organico lo era anche la Juve. Ma i bianconeri hanno semplicemente sbagliato stagione. Capita dopo un decennio di trionfi.

Il problema è che superiore al Milan era probabilmente anche il Napoli. Gli azzurri hanno avuto un rendimento straordinario fino più o meno alla 25esima giornata. Avevano avuto un periodo negativo a dicembre. Ma solo perché erano stati falcidiati dalla sfortuna. Ma quando Spalletti aveva potuto mandare in campo più o meno una squadra attendibile i risultati erano stati straordinari. Poi è venuto fuori il difetto di questa squadra: la mancanza di palle.

Il crollo dell’Inter aveva riportato Insigne e compagni in piena lotta. A questo punto, senza impegni europei, e neanche di Coppa Italia, con l’organico al completo, c’era la possibilità di fare bene. Invece il Napoli è venuto meno clamorosamente nelle tre occasioni più importanti. Contro l’Inter solo un pareggio, dopo un primo tempo dominato. Poi sconfitta col Milan, sconfitta con la Fiorentina. Il campionato è finito qui. Il pari con la Roma, e l’assurda sconfitta di Empoli non fanno testo.

Il Napoli, che non era partito per vincere lo scudetto, ha gettato al vento una occasione colossale. Spalletti adesso può dire quello che vuole, ma lui per primo sa che la squadra ha perso una grandissima opportunità. Vero, inizialmente si parlava di obiettivo qualificazione Champions. Ma poi le cose si erano messe benissimo. A quel punto la delusione dei tifosi ci sta tutta.

Il bilancio è positivo, non ci sono dubbi. Ma è da sufficienza stentata. Non di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.