Arrivederci Ciruzzo ! Grazie dei 148 goal !

foto piccirillo

Spread the love

Per Napoli oggi è una notte triste.

Finisce nel peggior modo possibile l’avventura di Dries Ciruzzo Mertens

Arrivò , portato da Bigon, nel periodo d’oro  del Napoli .

In quel Napoli che cercava nell’internalizzazione il suo punto di svolta fu la punta più bassa e neanche per la statura.

Quel Napoli lo aveva progettato un boss degli allenatori Rafa, Rafè Benitez .

In quel Napoli in cui arrivarono i pezzi da 90 del calcio iberico, Higuain , Reina , Albiol , Callejon , e un colosso come Koulibaly,  arrivò un minuto giocatore proveniente dal campionato olandese .

Era piccoletto , ma veloce che al Napoli in Europa League con l’Ultrecht aveva fatto male.

Fu subito definito un bidone da alcuni mister incompetenti .

I primi due anni furono condizionati dal ballottaggio con Insigne .

Alla cessione di Giudain fu comprato Milik e Gabbiadini come riserva .

Ma Milik s’infortunò e Gabbiadini non rese come doveva Qui la fortunata intuizione di Sarri Quella di giocare con il falso nueve .

Fu la fortuna del Napoli e di Mertens .

Il piccolo giocatore belga diventò il folletto letale per le altre squadre.

Iniziò a segnare goal a grappoli e a deliziare la platea napoletana con giocate sopraffini Peccato che in quell’anno non si vinse niente.

Ci fu scippato uno scudetto al netto del doping arbitrale e al netto degli errori e dell’ottusa tattica monocorde di Sarri.

Andò via Sarri.

il mister nuovo Ancelotti puntò sempre sul suo folletto  belga

L’anno dopo un ammutinamento organizzato da lui , Insigne , Allan fu la causa dei mali di Ancelotti ma a lungo andare anche dei giocatori

Infatti dei tre capo banda non è rimasto nessuno.

Con Gattuso si è vinto una coppa Italia e si è sfiorata la qualificazione in Champions League ma niente merito va all’allenatore ma a Mertens  e compagni.

L’ultimo anno invece è stato un continuo litigio con il mister degli ammazza top player.

Spalletti mai ha digerito la presenza di Mertens e appellandosi ad un equilibrio mai raggiunto con altri giocatori mai ha impiegato il belga , figlio adottivo , di Napoli che comunque ha segnato goal belli.

E poi due mesi di angustie trattative.

E’ sceso il gelo sul rapporto tra Folletto Ciruzzo e DeLa .

I due , che avevano celebrato la nascita del figlio di Mertens, è diventato un rapporto a base di e mail e battute

La più cattiva quella di DeLa che ha considerato , un ‘altra volta , un marchettaro Mertens.

Considerato come uno attaccato al vil denaro proprio lui che del vil denaro fa la sua ragione di vita

La cosa più brutta è stata che il Maradona non ha potuto rendere omaggio al suo figlio adottivo che ha regalato al suo popolo 148 gioie e tante belle giocate .

Arrivederci Ciruzzo del Napoli , dopo DIOS, e buona fortuna , ma non andare in un ‘altra italiana ci farebbe male .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.