Archivi categoria: Scuola & Università

Scuola e Università, tutte le notizie e le news per rimanere costantemente aggiornati sul sistema di istruzione del nostro paese.

Asili nido, finanziati 30mila nuovi posti, 65% fondi al Sud

Sono poco meno di 30mila i posti aggiuntivi finanziati quest’anno negli asili nido italiani. Più della metà delle risorse (il 65%) è destinato ai comuni del mezzogiorno, che potranno così contare su 19.646 posti in più nei propri nidi. La regione che intercetta più risorse in assoluto è la Campania, che assorbe da sola quasi un quarto della somma complessiva, con Napoli a fare la parte del leone. E’ quanto emerge da una elaborazione di Centro Studi Enti Locali basata sui dati diffusi dal Ministero dell’Interno. Nonostante i comuni settentrionali coinvolti dal riparto siano di più (3.809), le risorse loro assegnate sono nettamente inferiori, si spiega, perché i posti aggiuntivi finanziati in ogni ente coinvolto sono mediamente di meno: 3 posti in più a comune del nord contro i 4,5 del centro e i 9 del sud.

Scuola: Concorso in Valle d’Aosta per docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado

L’Assessorato dei Beni e Attività culturali, Sistema educativo e Politiche per le relazioni intergenerazionali comunica che è indetto un concorso ordinario per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e di secondo grado, su posto comune e di sostegno, in analogia alla corrispondente procedura concorsuale bandita con decreto del Ministero dell’Istruzione e del Merito 6 dicembre 2023, n. 2575.

Si tratta di 119 posti così ripartiti: per la scuola secondaria di primo grado 40 posti comuni, mentre sono 25 quelli di sostegno, per la secondaria di secondo grado sono previsti 21 posti comuni e 33 di sostegno.

I requisiti per poter presentare la domanda di partecipazione al concorso da parte degli aspiranti sono indicati all’articolo 2 del bando di cui al decreto del Presidente della Regione n. 12, in data 15 gennaio 2024, e devono essere posseduti dai candidati entro il 9 gennaio2024 (termine di scadenza previsto a livello nazionale).

I candidati devono essere in possesso del possesso del requisito di piena conoscenza della lingua francese prescritto per l’accesso all’insegnamento nelle istituzioni scolastiche regionali, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del D.P.R. n. 861/1975 e, nel caso in cui non lo avessero ancora conseguito, dovranno sostenere un apposito accertamento che si terrà ad Aosta prima della stesura della graduatoria finale, così come indicato all’articolo 5 del bando.

La domanda di iscrizione può essere presentata esclusivamente online attraverso l’apposita piattaforma ISON collegandosi al sito istituzionale della Sovraintendenza agli studi: www.scuole.vda.it – sezione “Concorsi docenti – Concorso ordinario 2023”, selezionando l’icona “ISCRIZIONI ONLINE”.

L’accesso alla piattaforma per la compilazione è già disponibile e l’inoltro dell’istanza è prevista sino al 3 febbraio 2024. Tuttavia, tenuto conto che nella giornata di martedì 16 gennaio si sono verificati alcuni problemi di tipo tecnico, si sta procedendo per prevedere una proroga sino al 5 febbraio 2024.

Per informazioni è possibile contattare gli uffici del Dipartimento Sovraintendenza agli studi esclusivamente via email all’indirizzo concorso.ordinario2023@regione.vda.it

Rivista urbanistica Federico II richiama esperti internazionali

Il Dipartimento di ingegneria civile, edile e ambientale dell’Università Federico II di Napoli si conferma snodo nevralgico internazionale per l’identificazione e l’attuazione di strategie per aumentare la vivibilità, la competitività e le prestazioni sostenibili dei sistemi urbani. Lo testimonia il riconoscimento internazionale per il sedicesimo volume di TeMa, la rivista scientifica di urbanistica realizzata dal Tema Lab dell’Università Federico II di Napoli, che è on line e ottiene un grandissimo riconoscimento rientrando di diritto tra le poche riviste italiane di urbanistica ad aver ottenuto l’indicizzazione su Scopus, il più importante database di articoli e volumi riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale. Un grande risultato, si legge in una nota, per la rivista che ha appena pubblicato il nuovo numero con nove articoli provenienti da ogni angolo del mondo, realizzati da ricercatori originari di dieci paesi diversi. Il nuovo numero open access, disponibile sul sito www.serena.unina.it, affronta gli effetti del cambiamento climatico e in generale le sfide che la città si ritrova a dover fronteggiare e vincere. Oltre ai contributi realizzati dai gruppi di ricerca italiani, l’uscita di settembre 2023 si è arricchita con i lavori di studiosi provenienti da Austria, Nepal, Malta, Nigeria, Spagna, Colombia, Sri Lanka e Turchia. Nata nel 2007, Tema Journal, si presenta come uno spazio a disposizione di docenti e ricercatori per l’incontro e il confronto su vari temi della disciplina urbanistica. “Obiettivo della rivista – spiega Rocco Papa, direttore di Tema, riassumendo la mission della rivista di settore specializzata quadrimestrale – è dare un contributo alla costruzione di nuove competenze, scientifiche e allo stesso tempo professionali, su uno degli argomenti di sempre maggior interesse per chi studia e opera nei settori delle trasformazioni fisiche della città e del territorio: l’integrazione tra le discipline che studiano le trasformazioni urbane e quelle che affrontano le tematiche del governo”.

A Napoli il sistema di supercalcolo Cineca, firmata l’intesa

Cineca, consorzio interuniversitario composto da 117 enti pubblici, amplia la propria sede di Napoli che ospiterà un sistema di supercalcolo. Il relativo protocollo di intesa è stato firmato oggi nel polo universitario di San Giovanni a Teduccio, che ospiterà il nuovo centro grazie a un accordo con l’ateneo Federico II e il Comune partenopeo. Il sistema di supercalcolo sarà parte della rete dei sistemi di calcolo ad alte prestazioni (High Performance Computing) direttamente interconnessi con il supercomputer Leonardo, gestito da Cineca, classificato al quarto posto tra i sistemi più potenti al mondo ed ospitato presso il data center del Tecnopolo di Bologna. Gli investimenti per la realizzazione del centro di calcolo, l’acquisizione dei sistemi Hpc e i costi operativi e di gestione saranno di circa 50 milioni di euro, di cui oltre 20 messi a disposizione dall’Agenzia per la cybersicurezza nazionale. Il sistema di Napoli consentirà di supportare non solo le applicazioni consolidate della fisica, della chimica, delle scienze ambientali e dell’ingegneria, ma soprattutto le applicazioni di apprendimento automatico e di intelligenza artificiale sia classica che generativa. All’evento di presentazione hanno partecipato i rappresentanti degli enti coinvolti nel progetto e in collegamento anche il ministro dell’Università e Ricerca, Anna Maria Bernini. Sempre oggi inizia la collaborazione di Cineca con l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, grazie alla firma di un accordo che prevede una procedura ad evidenza pubblica – di cui Cineca sarà stazione appaltante – per l’acquisizione del sistema Hpc dell’Agenzia da collocare presso il nuovo centro di Napoli. Il sistema sarà dedicato, come previsto dal Pnrr, al monitoraggio della minaccia cyber centrale, anche attraverso l’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale.

lo studente Russo Mario Francesco dedica la tesina all’Arma dei Carabinieri

Il 17 giugno us, lo studente Russo Mario Francesco cl. 2009 di Cesa (CE) ha inviato una mail all’URP del Comando Generale nella quale riferiva che per l’esame di terza media aveva redatto una tesina dedicata all’Arma dei Carabinieri e alla sua gloriosa storia, soffermandosi sugli eroi che ne hanno fatto parte e che hanno rappresentato per il ragazzo un esempio da seguire.

Lo studente aggiungeva altresì che, in occasione della discussione, che si sarebbe tenuta giovedì 22 giugno alle 12:40, avrebbe gradito la presenza di un rappresentante dell’Arma.

Il 22 giugno us, il Comandante della locale Stazione si è presentato presso l’Istituto “Francesco Bagno” di Cesa presenziando alla discussione della tesina dal titolo “l’Arma dei Carabinieri: una storia tutta italiana”.

Nel corso della discussione, oltre ad illustrare la storia dell’Arma dei Carabinieri dalle regie patenti del 1814 ai tempi moderni, l’esaminando evidenziava i vari collegamenti tra la Benemerita e tutte le materie oggetto d’esame (biologia – scienze – italiano – ecc.), raccogliendo il plauso della commissione esaminatrice.

Nella mattinata odierna lo studente ha donato al C.te di Stazione la sua tesina. Nell’occasione al ragazzo sono stati consegnati alcuni gadget istituzionali.

Il ragazzo è nipote della Medaglia d’Argento al Valore Militare alla memoria Semprevive Domenico cl. 1894, sottotenente del 37° Rgt. Fanteria del Regio Esercito, deceduto il 13.08.1916 in azione militare durante il primo conflitto mondiale). La medaglia gli fu concessa il 05.09.1917 con decreto n. 29378 del Ministero della Guerra.

La Scuola di Ercolano celebra il terzo scudetto del Napoli

ERCOLANO (NAPOLI). Gli studenti di Ercolano celebrano il terzo scudetto del Napoli con il “Ciuccio Pavone”. L’animale fantastico è stato realizzato con i ramoscelli di legno dai giovanissimi delle classi medie dell’I.C.3 “De Curtis – Ungaretti” per omaggiare l’impresa eroica della SSC Napoli. L’originale “ciuccio” diventa così un’installazione artistica site specific, immersa in un’aula dipinta d’azzurro Napoli dagli stessi ragazzi.

“L’idea creativa nasce da una lezione sui simboli dell’arte paleocristiana, tra cui appunto il pavone, simbolo di rinascita che i ragazzi hanno subito associato al clima di festa che stavano vivendo per la vittoria dello scudetto della loro squadra del cuore”, spiega il Professore Claudio Cuomo, docente di Arte ed immagini.

Un binomio tra rinascita e creatività, con l’energia “vulcanica” dell’Istituto Comprensivo 3 “De Curtis – Ungaretti” di Ercolano che, ancora una volta, si impone in tutta la sua forza.

«Siamo tutti entusiasti del lavoro progettato dal Professor Cuomo e realizzato dai nostri ragazzi – esordisce il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Laura Patrizia Cagnazzo – È una dimostrazione esemplare di creatività, impegno, passione all’insegna del green e di un alto senso del valore sportivo identificatosi nel nostro territorio! Siamo sempre attenti alle scelte didattiche ed educative della nostra scuola, in particolare quest’opera del “ciuccio pavone” a noi tutti è sembrata davvero mitica! Lo sport ha una missione fondamentale in termini di opportunità di aggregazione e nella costruzione delle personalità dei giovani, attraverso i principi che racchiude in sé. Siamo molto orgogliosi dei nostri ragazzi, che già nei mesi scorsi insieme al Prof Cuomo, sono stati protagonisti di un intervento di arte pubblica, dipingendo i corridoi e le aule per il Giorno della Memoria, realizzando un murale emozionante e con un impatto fortissimo sul tema dell’Olocausto».

Il “Ciuccio Pavone” rientra nel progetto PON “Il Tinkering che avanza”. Un’installazione 100% green, realizzata con rami raccolti nel Parco della scuola, che sorge alle pendici del Vesuvio, e pittura ad acqua. Un lavoro durato più di un mese, dipingendo sulle pareti dell’intera classe alberi e pesci.

Perché “per imparare bisogna fare, anzi, bisogna armeggiare (traduzione di Tinkering)”, tra costruttivismo e costruzionismo. Un tinkerer, nel senso pedagogico del termine, è un individuo di qualsiasi età che fa esperienze pratiche con i materiali che ha a disposizione per comprenderli al meglio e per imparare a superare gli ostacoli in cui si imbatte, sviluppando attivamente nuove competenze. Il tinkering è uno specifico indirizzo pedagogico, ma è anche una disposizione con cui si affrontano problemi e progetti, che non si esaurisce in una razionale analisi o pianificazione, ma mette al centro la componente giocosa ed esplorativa.

LA DIDATTICA TESA AL COINVOLGIMENTO: EMOZIONARE, MOTIVARE, FARE

«Una metodologia didattica avveniristica e creativa multisensoriale tesa al coinvolgimento, per fronteggiare la dispersione scolastica, il disagio giovanile e la povertà educativa – insiste la preside Laura Patrizia Cagnazzo – Un’effervescenza che cattura l’attenzione, perché realizzata in una scuola pubblica, e che rivive nella gioia dei bambini e dei ragazzi. La nostra è una scuola dalla parte dello studente. Festeggiamo la creatività, le scienze, le tecnologie e tutte le attività STEM che da anni proseguono in questa scuola. I nostri giovani – prosegue Cagnazzo – acquisiscono saperi complessi attraverso l’esperienza personale e il “fare”. Imparare facendo, perché solo così potranno metabolizzare i saperi, imprimere nella loro memoria a lungo termine le esperienze significative del loro studio-lavoro e tutto ciò che hanno acquisito. I genitori sono sorpresi perché non immaginavano il lavoro svolto dai ragazzi, felici di poter contare su una scuola innovativa, creativa, avveniristica qui al Sud, per imparare a vivere la contemporaneità e a leggere il mondo in cui viviamo».

Il claim è “scoprire, trasmettere, emozionare, motivare”, ma anche “lavorare, imparare, fare”: «Solo così i nostri ragazzi potranno sviluppare competenze per il futuro. Tutto il nostro Piano di Offerta Formativa è orientato al green, alla transizione digitale ed ecologica. I nostri PON sono curvati su questi aspetti, perchè siamo in una scuola piena di spazi e abbiamo la possibilità di far vivere ai nostri piccoli esperienze sul campo con esperti nei vari settori. Attraverso le emozioni e il coinvolgimento i ricordi belli rimangono impressi nella memoria, lasciando saperi e insegnamenti profondi ed è su questo che vogliamo puntare».

 

LINK video e immagini del murale realizzato nelle aule e nei corridoi della scuola

https://wetransfer.com/downloads/5a46976b0c7c87c5b89cc7cd75d6966720230619111916/cc8b30043c4684ca1a2ccd885e71dd1a20230619111935/e7fd64?trk=TRN_TDL_01&utm_campaign=TRN_TDL_01&utm_medium=email&utm_source=sendgrid

TRADIZIONE E INNOVAZIONE DELL’ARTE DELLA CERAMICA

Borsa di studio agli allievi dell’Istituto ad indirizzo raro della ceramica e della porcellana ‘Caselli’ nell’ambito del progetto ‘Tradizione e innovazione dell’arte della ceramica’ a cura di Alessandro Ciambrone, Valter Luca De Bartolomeis e Bianca Stranieri. Un’operazione di fund raising, che dà vita a una produzione in limited edition di riggiole napoletane contemporanee, realizzata intersecando diverse tecniche di lavorazione: dalla maiolica alla serigrafia, fino alla stampa 3d! Alla premiazione del 3 marzo 2023 alle ore 10 nell’Aula Magna della Real Fabbrica di Capodimonte, hanno partecipato, oltre ai curatori: Enrico Capogrosso, CEO inForm srl, sponsor della borsa di studio; Angela e Lucia Andolfo, fondatrici dello IAV Club by In Arte Vesuvio, polo artistico e culturale sul lungomare di Santa Lucia, partner del progetto. I docenti Angelo Gargiulo, Massimiliano Santoro e Gabriella Esposito hanno seguito nell’attività didattica gli studenti premiati che hanno partecipato al progetto: Ilaria Aglio, Emanuela Alvino, Annalisa Riccio, Federica Romano, Bruno Ruffo della V PIA/A; ed Emanuela Del Gaudio e Pasquale Reale della IV PIA/B. Un progetto significativo in tutte le sue fasi, dall’ideazione, alla realizzazione, alla promozione e commercializzazione del prodotto: un circolo virtuoso che vede gli studenti protagonisti e ne premia competenza e talento. Il progetto diviene un esempio emblematico del ‘fare rete’ sul territorio, coinvolgendo, artisti, scuole, studenti, imprenditori creativi e istituzioni. La borsa di studio premia allievi che recuperano le antiche lavorazioni artigianali che hanno reso Napoli grande nel mondo. In questa logica la scuola non è solo un luogo di studio ma anche di ricerca applicata e d’innovazione.

 

BORSE DI STUDIO A.A. 2021 2022: Finanziamenti a parziale copertura della retta per il primo anno , per redditi inferiori a € 20.000,00

La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Napoli IUM ACADEMY SCHOOL bandisce un concorso per l’assegnazione di 5 (cinque) Borse di Studio a copertura parziale della retta annuale per la frequenza al Corso per Diploma di Mediatore Linguistico equipollente corso di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica per l’A.A. 2021/2022.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Potranno presentare Domanda di partecipazione gli Studenti che soddisfano il requisito economico indicato nel presente Bando.

INDICATORE DELLA CONDIZIONE ECONOMICA.

La condizione economica dello Studente è individuata in base ai valori dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare di appartenenza. La composizione del nucleo familiare di appartenenza è riferita alla data di presentazione della Domanda.

La Dichiarazione Sostitutiva Unica e l’Attestazione dell’ISEE 2021 per le prestazioni agevolate per il Diritto allo Studio Universitario devono essere allegate alla Domanda e devono fare riferimento ai redditi prodotti da ciascuno dei componenti il nucleo familiare di appartenenza.

LIMITI DEGLI INDICATORI DELLA SITUAZIONE ECONOMICA.

L’importo ISEE 2021 per le prestazioni agevolate per il Diritto allo Studio Universitario del nucleo familiare di appartenenza dello Studente richiedente non deve superare la soglia limite di € 20.000,00.

 SELEZIONE DEI PARTECIPANTI

I candidati dovranno sostenere una prova scritta ed una orale.

PROVA SCRITTA: i candidati all’atto della presentazione della domanda saranno sottoposti ad un test a risposta multipla in lingua inglese.

PROVA ORALE: i candidati dovranno presentarsi presso la sede IUM Academy School in Piazza Nicola Amore 6 Napoli, per lo svolgimento della prova orale, dopo regolare convocazione inviata tramite e-mail all’indirizzo indicato dal candidato.

In quella sede dovranno essere consegnati in segreteria:

  • il diploma di scuola media superiore o certificato sostitutivo

  • copia del documento di riconoscimento

  • autorizzazione privacy (nel caso di minori alla data del bando, autorizzazione e certificato privacy di uno dei genitori e/o del tutore)

  • attestazione ISEE

CRITERIO DI VALUTAZIONE DELLE PROVE

Il candidato dovrà rispondere correttamente ad almeno il 70% delle domande oggetto del test e conseguire un voto superiore o pari a 7/10 alla prova orale.

La valutazione sarà  effettuata dalla commissione esaminatrice composta dal  Presidente IUM e da due docenti di Lingua Inglese.

CRITERIO DI ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO

Le borse di studio saranno assegnate secondo la seguente valutazione:

  • in base al risultato della prova scritta che assegnerà un voto pari a:

10/10 – per coloro che avranno risposto correttamente a tutte le domande;

9/10 – per coloro che avranno risposto correttamene ad almeno il 90% delle domande; 8/10 – per coloro che avranno risposto correttamente ad almeno l’ 80% delle domande; 7/10 – per coloro che avranno risposto correttamente ad almeno il 70% delle domande.

  • in base al risultato della prova orale che consisterà in una conversazione in lingua inglese e assegnerà un voto tra 10/10 e 7/10, comunicato al termine della giornata di

  • in base al voto di diploma che assegnerà un punteggio pari a: 10/10 per punteggio compreso tra 95/100 e 100/100

9/10 per punteggio compreso tra 90/100 e 94/100 8/10 per punteggio compreso tra 80/100 e 89/100 7/10 per punteggio compreso tra 60/100 e 79/100.

  • in base al valore della certificazione ISEE sarà riconosciuto un punteggio pari a: 10/10 – per reddito ISEE compreso tra € 0,00 e € 000,00

8/10 – per reddito ISEE compreso tra € 5.001,00 e € 10.000,00 6/10 – per reddito ISEE compreso tra € 10.001,00 e € 15.000,00 4/10 – per reddito ISEE compreso tra € 15.001,00 e € 25.000,00 2/10 – per reddito ISEE compreso tra € 25.001,00 e € 30.000,00

Il punteggio finale sarà la risultante dei singoli punteggi ottenuti dal candidato. In caso di parità di punteggio finale, costituiranno titoli preferenziali:

  • il valore della certificazione ISEE

  • il voto di diploma

  • l’età del

AMMONTARE DELLE BORSE DI STUDIO

L’importo totale stanziato per l’Anno Accademico 2021/2022 è pari a € 10.000,00.

Gli importi delle borse di studio si riferiscono alla sola copertura dei costi relativi alla retta universitaria. Non sono previsti rimborsi economici di alcun tipo per tutte le attività esterne al corso di laurea.

L’ammontare della borsa di studio sarà riconosciuto solo dopo l’effettiva iscrizione al primo anno.

MODALITA’ PRESENTAZIONE DOMANDE

La Domanda di partecipazione, redatta su modulo scaricabile dal sito www.iumna.it, dovrà essere presentata entro il 20 ottobre 2021 alla Segreteria della Scuola.

Potrà essere consegnata a mano, oppure inviata tramite e-mail a: ssml@iumna.it, oppure spedita a mezzo posta all’indirizzo della Scuola. Saranno accettate solo le Domande correttamente e completamente compilate in ogni parte e complete dei relativi allegati richiesti dal presente bando.

La Segreteria della Scuola, entro cinque giorni dal ricevimento della Domanda, confermerà l’avvenuta e corretta ricezione della stessa e dei suoi allegati direttamente al candidato, tramite e-mail all’indirizzo indicato nella Domanda.

PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE

All’Albo della segreteria della SSML IUM ACADEMY SCHOOL di Napoli (Piazza N. Amore, 6) e sulla pagina dedicata del sito www.iumna.it, il 21 ottobre 2021, verranno pubblicate le graduatorie, visibili fino al 25 ottobre 2021, termine entro il quale inoltrare eventuali ricorsi. L’esito definitivo verrà comunicato anche a mezzo email ai vincitori di borsa che dovranno presentarsi presso la Segreteria entro il 29 ottobre 2021, pena la decadenza, per l’accettazione della borsa.

EROGAZIONE DELLE BORSE

Gli studenti vincitori della Borsa di Studio dovranno completare la procedura di immatricolazione al 1° anno di corso entro e non oltre il 10 novembre 2021 pena la decadenza dal beneficio.

L’importo della Borsa di Studio sarà decurtato dall’importo della retta prevista per il 1° anno per l’ A.A. 2021/2022.

Il beneficio del presente Bando decade:

  • in caso di ottenimento della Borsa di Studio concessa dall’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (DSU) per il medesimo anno accademico;

  • in caso di ottenimento di altri benefici concessi dalla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici o da altre Istituzioni pubbliche o

In caso di concomitanza di benefici concessi dalla Scuola stessa, lo studente ha la facoltà di optare per il godimento dell’uno o dell’altro beneficio.

Per tutte le informazioni relative al presente bando, la Segreteria della Scuola risponde nei seguenti orari di apertura degli sportelli: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 15,00.

Telefono n. 081.5538629 e-mail ssml@iumna.it Napoli, 04/10/2021

BORSE DI STUDIO A.A. 2021 2022: FINANZIAMENTI A PARZIALE COPERTURA DELLA RETTA PER IL PRIMO ANNO, PER REDDITI INFERIORI A € 20.000,00 – SCUOLA SUPERIORE MEDIATORI LINGUISTICI DI NAPOLI (iumna.it)

Contribuire a formare i giovani della LEGALITÀ, dell’AMBIENTE

Presso la Scuola Forestale Carabinieri Centro Addestramento di Castel Volturno nella giornata di giovedi 24 giugno si e tenuta la riunione del Gruppo di Lavoro “Terra dei fuochi”  presieduta dal Generale di Divisione  Antonio Pietro MARZO  Comandante del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari, composto dai rappresentanti del Consiglio per la Ricerca in Agricoltura, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Istituto Superiore di Sanita’, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Università degli Studi di Napoli Federico II, Regione Campania, Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania, dal Comandante Regionale Carabinieri Forestale della Campania, dal Comandante del Nucleo Operativo Ecologico Carabinieri di Napoli ed dal Comandante del Centro Addestramento, 

Ad accoglierlo il Comandante del Centro Addestramento  Colonnello  Antonio ZUMBOLO ed il Generale di Brigata Ciro LUNGO Comandante della Regione Carabinieri Forestale Campania. 

In tale sede si è relazionato sullo stato dei lavori del Gruppo e delle attività svolte in campo (campionamenti, analisi, verifica e controllo periodico dei siti a rischio)  provvedendo all’aggiornamento della programmazione dei lavori per l’anno in corso (Foto allegata). In particolare sono state date le indicazioni necessarie all’avvio delle procedure per la pubblicazione dei Decreti Interministeriali ex art.1, comma 6, Decreto legislativo 10 dicembre 2013 n°136 (cd. Decreto terra dei fuochi). 

Particolare rilevanza assumono le attività dei Vertici dell’Arma dei Carabinieri tenute periodicamente presso il Centro  in quanto tale struttura costituisce un presidio di legalità nel territorio della “Terra dei Fuochi”, segnalando così la Loro vicinanza ad un territorio particolarmente martoriato dalla criminalità.  

Il Generale MARZO nell’occasione ha avuto modo di visitare il Centro, nel salutare il personale dipendente ha sottolineato la  rilevanza della “mission” del CUFAA,  che grazie alla fusione delle elevate professionalità dei Carabinieri con quelle specialistiche dei Forestali, ha portato alla creazione della struttura di polizia più altamente specializzata in materia ambientale sia a livello europeo che internazionale. Elevata professionalità e specializzazione, grazie all’impiego di nuove tecnologie sia nella formazione del personale che mediante l’utilizzo delle stesse nel contrasto agli Ecoreati, si fondono nelle attività info-investigative e operative di polizia giudiziaria in materia ambientale. 

Al termine il  Generale MARZO, accompagnato dal Generale LUNGO, ha visitato la Stazione Carabinieri Forestale di Castel Volturno  reparto intensamente impegnato nel contrasto ai crimini ambientali su di un territorio vasto e, purtroppo, fortemente degradato. 

Territorio che, seppur degradato, conserva eccellenze ambientali quali ad esempio la Riserva Naturale Integrale Ischitella Castel Volturno, gestita dal Comando Carabinieri Biodiversità di Caserta, dove il Generale MARZO accompagnato dal Col. Michele Capasso, Comandante Tutela Biodivarsità di Caserta, ha avuto modo di visionare la gestione della stessa, il Centro Recupero Rapaci ed Animali Esotici (CRASE) ed in particolare l’avanzamento dei lavori e delle attività della “Casa Colonica” struttura che sarà dedicata all’ospitalità dei cittadini ed in particolar modo dei giovani per la formazione alla Legalità ed al rispetto dell’Ambiente. 

Attività svolta da sempre dalla Scuola Forestale Carabinieri – Centro Addestramento di Castel Volturno in coordinamento con la Riserva Naturale Integrale Ischitella Castel Volturno, temporaneamente sospesa a causa della pandemia e che prima della stessa svolgeva giornate di educazione alla legalità ambientale in media a circa 3500 studenti l’anno 

Attività volta a sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza del ruolo che svolge l’Arma in difesa del patrimonio agro-forestale italiano, per la tutela dell’ambiente e del paesaggio, con particolare riguardo al controllo del territorio in tema di legalità e sicurezza.  

Pertanto la Mission va ben oltre la repressione dei reati ambientali, come indicato e sottolineato dal Comandante del C.U.F.A.A. Generale di D. Antonio Pietro Marzo, la sfida è ben più importante …. 

Contribuire a formare i giovani creando nuove generazioni coscienti dell’assoluta necessita di tutela della LEGALITÀ, dell’AMBIENTE,  che si estrinseca nel rispetto delle ISTITUZIONI e della SOCIETÀ CIVILE, realizzando in tal modo l’effettiva tutela del Cittadino  e della NAZIONE. 

Fake news e disinformazione: come contrastarle?

Giovedì 1 luglio dalle ore 17.30 alle 19.30, l’Associazione Amiche e Amici dell’Accademia di Medicina di Torino organizza un incontro in presenza, in condizioni di massima sicurezza, e in diretta web dal titolo “Fake news e disinformazione: come contrastarle”. Dopo i saluti iniziali da parte di Gabriella Tanturri, Presidente dell’Associazione e un inquadramento del fenomeno curato da Carla Lavarini (Scienze Diagnostiche), il Presidente dell’Accademia di Medicina, Giancarlo Isaia conduce una tavola rotonda. Piero Bianucci, giornalista scientifico, Lorenzo Comba, giovane medico, Davide De Angelis, bioeticista e Alberto Gaino, giornalista divulgativo si confrontano e riflettono sulle fake news: come nascono, come si diffondono, come contrastarle, il significato e il peso che hanno sulla nostra salute e in specifico sulla campagna di vaccinazione di massa attualmente in corso.
Si parlerà di “social bubbles”, infodemia, digitalizzazione globale come facilitatrice di fake news, del confine a volte stretto tra libertà di espressione e manipolazione dell’opinione, della responsabilità dei giornalisti nella ricerca e valutazione delle fonti delle notizie; si affronterà anche il tema del ruolo di medici e professionisti sanitari nel condurre l’utenza ad una appropriazione consapevole dei dati scientifici così come dei dubbi e delle domande ancora prive di risposta sicura.
Si potrà seguire l’incontro sia accedendo all’Aula Magna dell’Accademia di Medicina (via Po 18, Torino), previa prenotazione da effettuare via mail all’indirizzo accademia.medicina@unito.it, sia collegandosi da remoto al link
https://www.accademiadimedicina.unito.it/l-accademia/associazione-amiche-amici-dell-accademia-di-medicina-di-torino.html.